martedì 15 gennaio 2008

Vita da foodstylist

Qualche giorno fa, ho passato diverse ore della mia giornata lavoratuiva a preparare il materiale per un servizio.

Modo elegante per dire che ho fatto la spesa per parecchie ore.

Ora, fare la spesa per un servizio di food non è lo stesso che fare la spesa, e a volte devo importunare i commessi con richieste imbarazzanti.

"55. Prego?"

"Si, buongiorno. Senta, avrei bisogno di un po' di calamaretti, ma mi occorrono i più piccoli che ha. E le dovrei chiedere una cortesia: glieli posso indicare io? Sono per una foto..."

O_0

"Mi può dare quello? Grazie! E anche quello lì! E anche quello là sotto... si, lo vede, sotto quello gigante con i tentacoli spezzati... grazie... si, perfetto. E senta, quelle codine carinissime là sotto la foglia di prezzemolo, si proprio a fianco alle capesante, me le fa vedere? Ah grazie, bellissime! Prendo anche quelle."

"Ecco, a lei!"

"Grazie mille!"

(Urka! Tutti a me i matti!)

Credits photo: photographer Giandomenico Frassi; foodstylist Roberta Deiana
tratta da: Elena Spagnol, In cucina, Ed. Salani 2002

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Il blog della Commessa mi fa troppo ridere!!

Forse ci vediamo il prossimo fine settimana.

U2

remo ha detto...

ho letto l'oroscopo del mio segno, la bilancia.
beh, mi sono piegato in due dal ridere :)
ciao,
r--

Roberta ha detto...

Ciao Remo,
è il proverbiale sense of humour che contraddistingue voi bilancine ;-)

a presto!
Roberta